Casa > notizia > La perdita netta di Toshiba nell'ultimo trimestre è stata di 140,2 miliardi di yen.

La perdita netta di Toshiba nell'ultimo trimestre è stata di 140,2 miliardi di yen.

Le società giapponesi hanno recentemente pubblicato i risultati finanziari trimestrali del primo trimestre dell'anno fiscale conclusosi il 20 giugno, con un fatturato totale di 812,3 miliardi di yen, in calo del 3,5% e un utile operativo di 7,8 miliardi di yen, 11 volte lo stesso periodo dell'anno scorso, ma una perdita netta di 140,2 miliardi di giorni. Yuan, l'utile netto dello stesso periodo dell'anno scorso è stato di 1.016 trilioni di yen.

Nell'ultimo trimestre, i ricavi della divisione elettronica e storage di Toshiba sono stati di 197 miliardi di yen, in calo del 13% su base annua, l'utile operativo è stato di 1,2 miliardi di yen, rispetto a 4,4 miliardi di yen nello stesso periodo dell'anno scorso, principalmente a causa del calo Memoria flash NAND. Il motivo è che a giugno, le cinque fab flash NAND di Toshiba a Yokkaichi, in Giappone, hanno subito un'interruzione di corrente.

Sebbene l'interruzione di corrente sia stata di soli 13 minuti, le due fabbriche sono state chiuse per 5 giorni e le altre tre fabbriche sono state chiuse per più di un mese. In questa riunione sugli utili, Toshiba ha confermato che tutte le fabbriche hanno ripreso le attività.

Secondo Toshiba, l'interruzione di corrente ha causato una perdita di 34,4 miliardi di yen, ovvero circa 2,3 miliardi di yuan o 320 milioni. Prima di Toshiba, il loro partner di memoria flash Western Digital ha anche affermato che l'incidente di interruzione dell'alimentazione ha causato una perdita da 3,15 a 339 milioni di dollari USA, incidendo sulla capacità del flash fino a 6EB, equivalente a 12 milioni di capacità del disco rigido SSD da 500 GB.

Toshiba ha dichiarato che le perdite causate dai blackout di giugno continueranno a incidere sull'andamento degli utili del trimestre Q2.

Le fabbriche di memoria flash Toshiba e Western Digital in Giappone rappresentavano circa il 40% della capacità di entrambe le parti. La sospensione della produzione per oltre un mese ha quasi inciso sul 5% della fornitura globale di memoria flash, con un conseguente prezzo spot di 128 GB di memoria flash a luglio aumentato di circa il 2%, ma con Toshiba e Western Digital La fabbrica è tornata in funzione, e la situazione di eccesso di offerta nel mercato delle memorie flash dovrebbe continuare e non vi è alcuna possibilità di aumenti di prezzo a lungo termine.