Casa > notizia > TSMC: Attualmente non esiste un piano specifico per la creazione di stabilimenti in Europa

TSMC: Attualmente non esiste un piano specifico per la creazione di stabilimenti in Europa

Sebbene l'Unione europea stia attualmente lanciando una serie di progetti di rivitalizzazione della produzione di semiconduttori, TSMC ha risposto che al momento non esiste alcun piano per creare una fabbrica in Europa.

Secondo un rapporto di eeNews del 16 febbraio, l'Europa sta valutando di spendere miliardi o addirittura decine di miliardi di euro per cercare di migliorare la posizione strategica della filiera dei chip, ma è improbabile che i produttori di chip nazionali in qualsiasi paese dell'UE producano chip tecnologici avanzati . Pertanto, è nato il "Piano importante per interessi comuni europei" (IPCEI) per rafforzare la ricerca e lo sviluppo nel campo dei semiconduttori attraverso sussidi governativi.

Al fine di attirare le principali società di fonderia del mondo a creare stabilimenti a livello locale, il Giappone, gli Stati Uniti e altri paesi hanno introdotto piani di incentivi governativi corrispondenti e hanno ricevuto diversi gradi di risposta da TSMC.

Fondata nel 1987, TSMC ha ricevuto una forte assistenza da Philips Semiconductors all'inizio della sua fondazione. Chiede da tempo un "ritorno in Europa", ma ha sempre tenuto d'occhio la questione se creare stabilimenti all'interno dell'UE.

Alla domanda se TSMC sosterrà il piano europeo di rivitalizzazione della produzione di semiconduttori, Maria Merced, Presidente di TSMC Europe, ha dichiarato a eeNews Europe: “Abbiamo notato IPCEI e altre iniziative correlate. TSMC non esclude alcuna possibilità, ma attualmente non esiste un piano specifico per la creazione di uno stabilimento in Europa ".

L'importanza globale dei clienti europei di semiconduttori è concentrata principalmente nel campo dei chip automobilistici ed è attualmente intrappolata nella crisi globale della carenza di chip automobilistici. Sebbene GF e altre importanti aziende produttrici di wafer abbiano stabilimenti a Dresda, in Germania, la maggior parte delle fabbriche europee di wafer non perseguono il livello più avanzato al mondo sotto i 10 nm, motivo importante per il lancio del progetto IPCEI.